domenica 13 novembre 2016

Olive a passolone

quelle dell'albero dell'Ammendolara ...
me le ha spedite mamma` per posta 


vanno schiacciate con un oggetto pesante con un colpo secco ...
da generazioni a casa mia si usa un ferro da stiro ... uno di quelli in ferro in un pezzo... 



le più` belle e mature le teniamo da parte per farle a passoloni...


le passoloni le condiamo con un paio di generose manciate di sale 
aglio origano e peperoncino...
andranno tenute in una ciotola al fresco e girate regolarmente con un cucchiaio...



le schiacciate condiamo con una tazza d'olio,
un pizzico di sale, aglio e peperoncino....



le schiacciate vanno nei vasetti di vetro, avendo cura che siano sempre
coperte di olio d'oliva lasciando uscire tutta l'aria....



bastera` apettare che la natura faccia il suo corso 
...trasformando l'ammaro in dolce ....
in un mesto sono pronte
...per quelle passolone bisognera` scolare la salamoia e condire con olio fresco e più` origano peperoncino ed aglio

domenica 30 ottobre 2016

una Genovese epica ....

Cominciata con un "sei pazza"di mio marito .... 
che un sacchetto di cinque kg di cipolle per 1.99 Euro .
..non potevo non prenderlo io... 
sono cipolle cresciute sulla sabbia dall'altra parte del Reno...
della zona di Frankenthal


gli occhialetti da piscina sono fondamentali per pulire ed affettarne due kg buoni... di cipolle
senza versare tutte le lacrime che avete in corpo ....


dopodiche` serve un bel pezzo di carne 
..io ho preso un pezzo di punta di petto di manzo con un filo di grasso di cotenna ... 
da rosolare con qualche cucchiaio d'olio uno spiccio d'aglio foglioline di alloro e...


lo rosoliamo ben bene da tutti i lati sfumando infine con un bicchiere di vino bianco dolce...
aggiungiamo un paio di bicchieri d'acqua 


e le cipolle a coprire...
lasciamo arrivare il bollore e poi mettiamo i fuochi al minimo



ora mettiamo che tutto ciò sia cominciato verso le otto di un sabato sera autunnale ...
e la quipresente sia crollata alle undici dopo aver arieggiato tutta la casa ... camera da letto compresa.
...e che ci stava un profumino  per casa da fame lupigna ...
che la quipresente se ne sia andata a dormire raccomandando al marito di spegnere sotto alle cipolle quando va a letto purelui ....
e che poi sveglia alle sette di domenica mattina abbia riacceso sotto alle cipolle 
che erano rimaste ancora calde
....fino all'ora di pranzo ...


mentre bolle la pentola con le penne rigate 
...agggggrrrrr non avevo i ziti in dispensa ...
un ultimo sforzo
..togliamo la carne e se c'è bisogno concentriamo il ragù alzando la fiamma ed aggiustiamo di sale ...


 la pasta va condita con abbondanti mestoli di genovese 
che qui abbondare e` obbligo...
completiamo ancora con genovese e la carne sciolta a guarnire...


il parmigiano lo abbiamo grattugiato al momento che il marito non lo gradisce....
ma lui e` tedesco e per lui le Zwiebel sono altro ... 


io e il mio bimbo piccolo invece abbiamo grattugiato abbondantemente .
... geni partenopei.... menomale :-)

sabato 14 maggio 2016

Panzarotti



Mamma che voglia che avevo...
servono
una decina di patate medie farinose ed a pasta gialla  
due uova 
sale 
pepe
prezzemolo 
un fiordilatte tagliato a tocchetti
pangrattato
olio d'oliva per friggere

cominciamo con bollire e schiacciare le patate con lo schiacciapatate ....
 impastiamo con un uovo intero ed un tuorlo ...
sale, pepe ed abbondante prezzemolo tritato .....
ricaviamo ogni panzarotto riempendo il palmo ella mano di impasto e affusolando le estremità... 
ed avendo ben nascosto nel centro un tocchetto di fiordalatte.
Passiamo i panzarotti nell'albume rimasto leggermente sbattuto e poi nel pangrattato



meglio prepararli un paio d'ore in anticipo cosi` non si aprono quando li friggiamo in poco olio di oliva ...
dorando tutti i lati 


e non chiamateli crocche` sono Panzarotti .....